Curiosità della lingua italiana

24 ottobre 2015

IMBECILLE: risale al latino imbecillus composto da in (senza) e baculum (bastone). Con questo termine i Romani indicavano la persona anziana, malata, debole che senza bastone non era in grado di reggersi in piedi.
In italiano ha mantenuto il concetto di debolezza riferita però non al corpo ma alla mente. Quindi è diventato sinonimo di debole di intelligenza, poco sveglio; in altre parole, stupido. 
GALERA:  le galee erano antiche imbarcazioni spinte a forza di remi di vogatori, chiamati galeotti, condannati a quel durissimo lavoro perché prigionieri di guerra o schiavi. Venivano legati al remo  e se la nave affondava,  annegavano inesorabilmente. La nave era per loro un luogo di pena e di espiazione alla odierna prigione o galera. 
MIGNOTTA:  ha origine dalla fusione dei termini m. ignota; cioè, madre ignota. Infatti una volta, per indicare la maternità dei bambini abbandonati si usava la formula “figlio di m. (madre) ignota”. È sinonimo di prostituta, sgualdrina.
PAGARE: deriva da pacare, cha a sua volta trae origine da pax (pace). Pacare significa “pacificare” il creditore restituendogli quanto prestato. Oggi vuol dire corrispondere il denaro dovuto, ad esempio per l´acquisto di un oggetto o per l´acquisizione di un servizio.
PENSARE-PESARE: derivano tutti e due da pensum,  voce del verbo latino pendere. Pensum indicava la quantità di lana che una schiava doveva filare in una giornata, ma stava anche ad indicare il lavoro scolastico degli alunni romani. Da pensum con il significato di soppesare accuratamente, ha avuto origine pesare, e con quello di ponderare, considerare, riflettere ha avuto origine pensare.
RIVALE: ha origine da rivalis. Con questo termine si indicava chi aveva in comune con altri,  l´uso di un corso d´acqua; in latino “rivus”. Quando l´acqua scarseggiava, le liti erano frequenti fra i contadini per cui,  chi abitava sulla riva opposta, il rivale, è diventato pian piano, sinonimo di avversario, di concorrente.
SALARIO: è un derivato di salarium, che era una somma di denaro distribuita agli antichi soldati romani per l´acquisto del sale che arrivava a Roma dall´Adriatico attraverso la via Salaria. È sinonimo di stipendio. 
SOLDATO: risale a nummum solidum (moneta massiccia, solida) che circolava nell´età imperiale romana. Chi si arruolava in un esercito riceveva del denaro, era “as-soldato”, pagato. Durante il Medio Evo aveva assunto il significato negativo di mercenario; cioè di chi combatteva soltanto per soldi. Oggi come sappiamo è sinonimo di militare (Luciano Fantini - La Prima Voce)